Home  /  Estate  /  Da visitare

Da visitare in Val Senales e nel Meraner Land

La Val Senales è una valle secondaria della Val Venosta e fa parte della regione turistica Meraner Land. La Val Senales è la meno popolata valle del Alto Adige. Ha da offrire molti luoghi d’interesse oltre l’escursionismo e il ghiacciaio della Val Senales. La valle fu conosciuta soprattutto per il ritrovamenti della mummia „Ötzi“. Altre mete di gita sono lo stagno di Vernago, Certosa con il suo convento di un tempo oppure il santuario di Madonna di Val Senales.

Qui i nostri suggerimenti per interessati della cultura o quando il tempo non è dei migliori.

Il luogo di ritrovamento della mummia Ötzi

I coniugi tedeschi Simon durante le loro vacanze in Val Senales nel 1991, fecero una scoperta sensazionale. Nel corso di un'escursione sulla cresta principale delle Alpi, tra Similaun e Finailspitze, videro il cadavere di un uomo spuntare dal ghiaccio.

Ciò che nessuno ancora sapeva è stato poi confermato dal reparto di Medicina legale di Innsbruck. La mummia dei ghiacciai, detta anche Ötzi, è vissuta secondo i ricercatori 5300 anni fa nel Neolitico. Ciò emerge anche dai vestiti ritrovati, dalle piante, dalle armi e dagli attrezzi che aveva con sé. Ancora oggi il luogo di ritrovamento è un ambita meta per escursionisti (fate attenzione: non è una passeggiata. Oltre delle ottime scarpe da montagne avrete bisogno di esperienza per il percorso di cresta).

Ötzi Glacier Tour

L‘Ötzi Glacier Tour porta dalla stazione a monte della funivia del ghiacciaio della Val Senales attraverso il ghiacciaio del Giogo Alto fino ai 3.210 metri del Giogo di Tiso, il luogo di ritrovamento di Ötzi, l’Uomo venuto dal ghiaccio. Guide alpine esperte accompagnano gli appassionati d’alpinismo ogni martedì attraverso l’affascinante passaggio ghiacciato delle Alpi Venoste. Questo tour di un giorno sulle tracce dell’Uomo venuto dal ghiaccio in estate si svolge come escursione a piedi, d’inverno e in primavera invece con gli sci d’alpinismo.

Periodo: giugno – ottobre (escursione a piedi) e novembre – maggio (sci alpinismo
Richieste e condizioni per partecipare: Il tour dura circa sette-otto ore. Condizioni per la partecipazione sono una buona condizione fisica e assenza di vertigini. Non ci vuole invece esperienza d’alpinismo; per famiglie: età minima 12 anni.

Archeoparc

L’archeoParc è un parco-museo didattico, che si trova in val Senale, vicino al luogo di ritrovamento della mummia Ötzi. Offre su 4.000 m² un’esposizione e un programma giornaliero di dimostrazioni e laboratori sull’epoca e il ritrovamento di Ötzi, la mummia di 5.300 anni fa rinvenuta sui vicini ghiacciai. Con il binocolo si può vedere il luogo di ritrovamento. Inoltre si può ammirare l’attrezzatura ricostruita di Ötzi, come ricostruite capanne di quei tempi. Diversi Workshops sulle abitudini di quei tempi perfezionano l’offerta per famiglie.
Novità dal 16 luglio 2017 dopo un lungo periodo di lavori viene raddoppiata l’area all’aperto con molte nuove attrazioni. Nell’area all’aperto si trovano tre capanne neolitiche a grandezza naturale. Il ponticello di piroga è il Highlight della nuova area all’aperto. Ai percorsi 2 e 3 si potrà fare tiro all’arco, preparare il pane, esercitare vecchie tecniche di artigianato e fare un giro di prova sulla piroga.

Museo archeologico Bolzano

„Ötzi, l’uomo del ghiaccio“. Con queste parole il museo archeologico di Bolzano dà il benvenuto ai proprio visitatori. La mummia è situata in una camera frigo studiata appositamente e può essere visitata attraverso una piccola finestra. Diversi attrezzi e capi d’abbigliamento sono stati restaurati per poterli presentare agli visitatori.

Vernago al lago

Vernago al Lago, come svela già il nome, è situato nelle vicinanze di un lago, a 1.700 m s.l.m.. Ma il lago artificiale fu creato solo negli anni 50 ed è caratterizzato per la sua acqua turchese. Purtroppo 8 masi antichi in questa zona sono stati alluvionati ed ancora oggi, se il livello dell’acqua in primavera è basso, si può vedere la torre della cappella spuntare dall’acqua. Quando il tempo è bello il giro del lago è una passeggiata molto amata. I 8 masi alluvionati possono essere ammirati all’Oberraindlhof. Un artista della Val Senales Friedrich Gruschler gli ha immortali in una scultura di legno.

Certorsa e il antico convento „Allerengelsberg“

Dietro al piccolo paese di Certosa c’è una storia interessante. Nel anno 1326 venne fondato dai monaci di Certosa il convento Allerengelberg. Qui vissero in quiete e clausura per più di 400 anni i confratelli del convento. 1782 il convento venne sciolto e ci venero costruito delle abitazioni. Ancora oggi la struttura è ben intatta, nonostante un grande incendio nel 1924, e caratterizza uno dei paesi idilliaci dell’Alto Adige. È possibile visitare il paese del convento durante tutto l’anno. Per interessati una volta a settimana viene organizzato una visita guidata.

Santuario di Madonna di Val Senales

Il paese prende il nome da una statua di Madonna, la „Schnalser Miatarle“- la madonnina della Val Senales. Questa venne trovata nel 1304 nel luogo dove oggi è situato il santuario. Presumibilmente l’avevo portato dei pellegrini dalla terra santa. Per onorare questa statua nel 1306 venne costruita una cappella. Secondo la legenda e la diocesi ci furono diversi miracoli a Madonna di Val Senales. Dopo la ristrutturazione in stile gotico nel 1756 venne ampliata in stile barocco. Attraverso un sentiero di pellegrinaggio che parte da una pietra con santino della madonna, si raggiunge il santuario.

Schloss Juval – Messner Mountain Museum

Il Castel Juval troneggia all'ingresso della Val Senales nel Meraner Land. Il castello medievale è la residenza estiva dell'alpinista estremo, autore e contadino BIO- Reinhold Messner. Dal 1983 abita qui il più famoso altoatesino (dopo il nostro Ötzisi intende) che ha aperto il castello ai visitatori interessati. La cappella di casa e i locali privati non sono tutto. É possibile infatti possibili visitare inoltre una vasta collezione di arte tibetana, una galleria di quadri della montagna e una collezione di maschere provenienti da quattro continenti. Una navetta è a disposizione dei visitatori. Il castello può anche essere raggiunto da Naturno a piedi lungo piccoli sentieri.

Il più bel giardino d'Italia di Castel Trautmannsdorff a Merano

Il giardino botanico a Merano è situato all’interno del castello Trautmannsdorff e mostra in uno spazio di 12 ettari più di 80 esempi di paesaggi naturalistici e culturali di tutto il mondo. Panorami mozzafiato sul mondo delle montagne si fondono con un ambiente mediterraneo. La posizione soleggiata sopra Merano offre sia giardini di bosco che giardini soleggiati. Nel castello, che era luogo di vacanza della imperatrice Sissi di Austria, dal 2003 si trova anche il Touriseum, il museo del turismo, in cui viene raccontata la storia di 200 anni di turismo. Il „Touriseum“ e i giardini sono aperti giornalmente da aprile a novembre .

Merano - città termale con tradizione altoatesina e atmosfera mediterranea

Merano è la più bella cittadina termale delle alpi: il " Kurhaus" in stile Judendstil, la passeggiata Lungopassirio con le sue palme, il ippopotamo e le numerose chiese e monumenti uniscono la tradizione altoatesino con l´atmosfera esotico mediterranea. Nel cuore della città si alternano piccole boutique con mercati del contadino- qui si trova qualcosa per ogni gusto! La meta giusta, per chi ama coccolarsi sono le terme di Merano nel centro della città. Adagiati ai margini orientali della città di Merano si trovano i Giardini di Castel Trauttmansdorff: I giardini affascinano per l’insolito intreccio fra natura, cultura ed arte.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione, continuando ne accetti l'utilizzo dei Cookie. Accetto i cookie